Fudgella

19 gennaio 2012 Salato , , , , , , ,

Gli arancini al burro di Babbo Fudgella

C’è stata una lotta semantica, per questo piatto. Secondo me erano supplì. Secondo lui erano arancini. Siamo giunti al compromesso e li abbiamo chiamati arancini supplinati, ma nessuno di noi due era pienamente convinto. Adesso, dopo aver svolto un minimo di ricerca, posso affermare che avevi ragione, babbo. E ammetto che l’altra sera, seppur sotto la mia supervisione, hai fatto (quasi) tutto da solo gli arancini al burro. Bòni!

Gli arancini al burro di Babbo Fudgella
Autore: 
Tipo di Ricetta: aperitivo caldo, o piatto unico se abbondate :)
Porzioni: circa 18 arancini piuttosto grandi
 

una rivisitazione familiare della classica specialità siciliana
Ingredients
  • 700 grammi di riso Arborio
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 20 grammi di burro
  • brodo vegetale
  • una bustina di zafferano
  • parmigiano grattugiato
  • 4 uova
  • pangrattato
  • 2 fette di prosciutto cotto tagliate ad uno spessore di mezzo centimetro
  • 3 mozzarelle fiordilatte
  • olio di semi per friggere
  • sale e pepe

Instructions
  1. Cuocete il riso come se fosse un risotto: scaldate burro e olio in una casseruola capiente, aggiungete il riso, tostatelo e portatelo a cottura con il brodo vegetale. Una volta cotto, salate, pepate e aggiungete lo zafferano. Completate con il parmigiano grattugiato, a vostro piacere. Mettete da parte una volta cotto, e fatelo raffreddare: ci vorranno circa due ore.
  2. Tagliate a cubetti la mozzarella ed il prosciutto cotto. Preparate una ciotola capiente dove porrete il pangrattato. Scaldate l’olio di semi in una padella e cominciate a preparare gli arancini.
  3. Prendete il riso, precedentemente messo da parte, e aggiungete le uova, una alla volta. Mescolate bene, se necessario anche con le mani (magari mettetevi un paio di guanti usa e getta, prima di cominciare!). Formate delle palle grandi circa quanto un palmo, appiattitele e riempitele ogni disco con abbondanti prosciutto e mozzarella. Chiudete ogni disco formando nuovamente una palla, rotolatela nel pangrattato e mettetela su un vassoio, nell’attesa.
  4. Una volta che avrete confezionato tutti gli arancini, cominciate a friggerli, pochi alla volta per far sì che la temperatura dell’olio non cali eccessivamente. Scolateli una volta che sono diventati ben dorati e fateli sgocciolare su abbondante carta assorbente. Servite ben caldi.

Vi avevo detto della lotta semantica, no? Secondo me, infatti, questi erano dei supplì al telefono dalla forma atipica: il supplì, il tipico snack fritto a base di riso che si trova in quasi tutte le pizzerie del Lazio, è una polpetta allungata che ha la caratteristica farcitura filante a base di mozzarella. Non sapevo, invece, che il supplì al telefono è rosso! Qualche settimana fa, infatti, sono andata a Roma a vedere la mostra di Steve McCurry alla Macro: ho pranzato in una pizzeria a taglio e, invogliata dal loro aspetto, ho mangiato due supplì. Quando li ho aperti, ho scoperto che si trattava di polpette di riso condite con sugo di pomodoro. Per cui, quelli che abbiamo mangiato a casa non erano proprio supplì. Facendo una piccola ricerca sul web, ho invece scoperto che l’arancino siciliano può essere, appunto, al burro, ovvero con mozzarella e prosciutto. L’aggiunta di zafferano noi ce la siamo dimenticata, ma ve la consigliamo calorosamente!

primo post dell’anno 2012, con foto inaugurali fatte grazie alla mia nuova macchinetta :)

Be Sociable, Share!

5 to “Gli arancini al burro di Babbo Fudgella”

  1. Julie Ann says...

    Questo lo voglio fare!!! Dopo di mangiare supplì a Roma, ma là anche fatto con lo pomodoro dentro, personalmente mi piace questi senza pomodoro di più. Ho provato quelli dal Sud, fatto così semplicemente con la mozzarella dentro, secondo me molto meglio. Allora cara, quando facciamo una clase di come fare gli arancini al burro? ;)
    p.s. beautiful picture with your new camera!

  2. Silvia says...

    Non ci posso credere!!! La ricetta degli arancini! Non sai da quanto tempo la cerco, ma non mi hanno mai convinto abbastanza…La proverò sicuramente!
    E che foto!

  3. Fudgella says...

    @JulieAnn Lo facciamo, te lo prometto!!! :)
    @Silvia grazie cara! E’ un successo assicurato! ;)

  4. Silvia says...

    Fatti ieri, ottimi!
    Ho solo modificato l’impanatura: prima pastella con acqua farina e un pizzico di sale e poi pangrattato, frigo a riposare e poi li ho fritti!
    Squisiti, grazie chiara!

  5. Fudgella says...

    Brava Silvia! La prossima volta anch’io proverò la tua variante, mi sa che funziona benissimo anche così! :) Un bacio!

Leave a comment

Rate this recipe: