Fudgella

23 novembre 2011 Salato , , , , , , , , , , , ,

Una tipica cenetta svedese – bakad potatis med skagenröra

Perché non si può abitare in Svezia e non averlo mai mangiato, questo piatto. Non sta né in cielo né tantomeno in terra, per cui ieri sera il Ciarla ha avuto la sua iniziazione a base di bakad potatisskagenröra, che poi sarebbe semplicemente una patata gigantesca cotta in forno e accompagnata da questa cremina ai gamberetti. Pensateci per tempo, perché le patate devono stare in forno un bel po’, più o meno un’ora (qua le vendono appositamente per questo tipo di piatti, infatti sono moooolto più grandi delle patate normali). Io le ho avvolte in un pezzo di carta da forno, perché furbescamente sono tornata dal supermercato senza l’alluminio, che forse forse sarebbe stata più adatta, ma tant’è.

Lo skagenröra, se siete mai stati in Svezia, è ovunque: in ogni ristorante, in ogni café, in ogni caffetteria universitaria, in ogni deli e, ovviamente, in ogni supermercato. Non cominciate a dire: “ma guarda questa, ci racconta le ricette di roba che manco si sa cosa sia, che qua non si trova, ma che sfacciata, ma io spengo il computer e non mi vede più, a’bbella!”… perché no, non è il caso. L’anno scorso mi ero talmente assuefatta allo skagenröra che l’ho riproposto a tuuuuuutti i parenti per Natale, e l’ho hemlagad, cioè fatto in casa. Stasera invece (cioè, per voi, ieri sera) l’ho comprato al banco gastronomia dal mio commesso preferito del supermercato (grazie, Hemköp di Mörby Centrum).

Preparate una maionese fatta in casa con un uovo, il succo di mezzo limone, sale, pepe e 250ml di olio di semi; mescolatela ad un vasetto di yogurt greco intero, aneto tritato e 300g di gamberetti sgusciati e lessati. Ecco pronto il vostro skagenröra, senza sbattimenti epici :) ovviamente la maionese potete anche comprarla, eh, non pretendo mica così tanto. Però a me piace tanto di più quella fatta in casa, e da quando in casa Fudgelli c’è il minipimer è diventata uno dei miei staples ;)

Parentesi sulle foto: sono fatte con Vignette e lo so, sono orribili, non per colpa dell’app che è ottima, è che io non sono proprio in grado. Però mi sto impegnando, ho anche comprato un libro apposito ;) chi segue la pagina fan avrà visto, e se non siete fan, SIATELO!

Be Sociable, Share!

3 to “Una tipica cenetta svedese – bakad potatis med skagenröra”

Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] già parlato dello skagenröra, questo condimento scandinavo contenente maionese, yogurt o creme fraiche, gamberetti e aneto. Si [...]

  1. michela says...

    ovvia sarà il caso che quando mi vieni a trovare a Firenze facciamo (non per forza nell’ordine suggerito):
    -un mini corso di basi della fotografica (ma basi eh… mica so fotografa! però se vuoi ti faccio provare la reflex, così poi te la compri anche tu!)
    -un minicorso di mise en place (tu a me)
    -una sessione di cucina italo/svedese
    -shopping nella ‘ulla del Rinascimento
    che ne dici? baci bellina :*

  2. Fudgella says...

    ci sto! sulla mise en place però ci devo ancora lavorare su… :) per il resto va benissimo, anzi qualsiasi consiglio fotografico è bene accetto, perché ho davvero bisogno di imparare! e ovviamente lo shopping nella ‘ulla guai a rifiutarlo!!!

  3. Pasta Skagen: tagliolini con gamberetti, aneto e caviale | Fudgella says...

    [...] già parlato dello skagenröra, questo condimento scandinavo contenente maionese, yogurt o creme fraiche, gamberetti e aneto. Si [...]

Leave a comment