Fudgella

3 ottobre 2010 In Dispensa , , , ,

Messmör, né Burro né Formaggio

Messmör, né Burro né Formaggio

Perché se me lo mettono nello stesso scaffale della Philadelphia, e in quello scaffale vedo solo Philadelphia, io povera emigrante non-svedese-sapente (sicuramente non abbastanza sapente per fare una spesa adeguatamente uniformata alle abitudini alimentari locali) io ripeto, se me lo vedo lì fra i formaggetti cremosi, lo compro.

Lo compro e me lo porto a casa, e dopo quindici minuti minuti di metro e dieci minuti a piedi nel bosco, lo metto anche sul tavolo, lo guardo e dico: “massì, assaggiamolo!”. E allora lo apro, mi accorgo che puzza un po’, ma vedrai che sarà lo pseudo cartoncino dell’imballaggio, sissì è sicuramente quello, il formaggino è sicuramente buono. E infatti, fiduciosa, prendo il cucchiaino, lo affondo dentro quella cremina giallastra, e me lo infilo in bocca.

Per piacere, se non volete passare dieci minuti a sputare nell’acquaio e farvi tentare dal malsano desiderio di sciacquarvi la bocca con il detersivo dei piatti, non fate come me. Non assaggiate mai il Messmör così com’è. Non fatelo. O almeno, fatelo se sapete esattamente a cosa andrete incontro. Puah. Pare che qui sia l’equivalente di ciò che il burro di arachidi rappresenta nell’immaginario collettivo americano. In sostanza, è un latticino spalmabile fatto con il siero del latte, simile al burro: non è quasi per niente grasso, ma in compenso è ricchissimo di ferro, calcio e lattosio. Viene prodotto soprattutto in Norvegia e si mangia spalmato sul pane, ma a malincuore, nonostante questa interessante descrizione, non fa decisamente per i miei gusti.

Io però non butto mai via nulla. Tirchia inside, ecologista, nostalgica, chiamatemi come volete. Mi dispiaceva buttare via quel cartoncino malefico e maleodorante, anche perché la confezione fa tanto Heidi lassù sulle montagne, è particolarmente graziosa, no? Quindi, ho deciso di farci il pane. Direi una delle migliori decisioni che abbia mai preso ;) la situazione si è completamente ribaltata, da oggi in poi mai più lievitati senza Messmör!!!

http://www.flickr.com/photos/fudgella/5048094770

A presto per la ricetta! :)

Be Sociable, Share!

5 to “Messmör, né Burro né Formaggio”

Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] cup di latte (io ho usato 80 grammi di acqua e mezzo cucchiaio di Messmör – ormai lo devo [...]

  1. Marzia says...

    ahahah.. sei geniale faggella!! ma com’è sto pane?? io sti giorni mi chiedevo di chi fossero le visite dalla svezia al mio blog, ora ho ricollegato che potresti essere tu!!

  2. Fudgella » Blog Archive » La Mia Babka, Pan Brioche con Cannella e Uvetta Rossa - says...

    [...] cup di latte (io ho usato 80 grammi di acqua e mezzo cucchiaio di Messmör – ormai lo devo [...]

  3. sara says...

    prova solo una volta a fare pane burro e messmor, cambierai idea all’istante. è il mix più buono del mondo.

  4. Fudgella says...

    Ciao Sara, tu dici? Non credo di potercela fare, sinceramente, dopo averne sentito l’odore… ma se in effetti piace a così tanta gente un motivo ci sarà! Sono quelle cose, come le surströmming o Kalles Kaviar, che probabilmente vanno provate, almeno una volta, punto e basta :)

Leave a comment