Fudgella

21 maggio 2008 Fuori Casa , , , , , ,

Trattoria Da Benito, Orentano

La Trattoria da Benito si trova a Orentano, nei pressi di Altopascio. E’ il posto ideale per una cena informale tra amici o per coppie rodate, tipo il Ciarla ed io :D : oltre che rodate, le suddette coppie devono anche possedere quella giusta dose di “ruspantezza”, che probabilmente non si dice, ma rende l’idea. Qui si mangiano i piatti tipici della cucina toscana, senza troppe smancerie: tutto buonissimo e di ottima qualità, dall’antipasto al caffé, ma non aspettatevi nouvelle cuisine o cose del genere. Da Benito = Rustico!

Occorre prenotare con un certo anticipo: noi siamo andati il 22 aprile (un martedì) e alle nove e mezza era pieno di gente, per cui credo di aver fatto bene a prenotare circa due settimane prima. Il menù è fisso, nel senso che le portate sono sempre le stesse: antipasto toscano misto, due o tre primi tra cui sicuramente spaghetti all’arrabbiata, e carni miste da fare alla griglia. A mio avviso, vi si prospettano due opzioni:

  1. la mangiata di ciccia: saltate a piè pari antipasto e primo per concentrarvi solo sulla carne, che penso sia l’opzione che adotteremo noi la prossima volta;
  2. assaggi misti di un po’ di tutto: preparate preventivamente un altro buco sulla cintura, che non guasta mai :)

Il vino, se non richiedete un’etichetta in particolare, vi verrà portato in un fiasco da 1 litro e mezzo: è quello della casa, e non è niente male (il vinaccio onesto del contadino, come direbbe il Ciarla). Per cominciare, noi abbiamo voluto provare con l’antipasto, che si è rivelato buonissimo e abbondante: un’insalata di farro con verdure fresche e giardiniera, crostini misti (fegatini, formaggio e prosciutto, bruschettina), scalogni sott’aceto, olive nostraline, fagioli lessi (non di scatola, si sentiva che erano freschi) con cipollina fresca e affettati ottimi (prosciutto, coppa, due tipi di salame e lardo, ma forse mi scordo qualcosa). Il farro era spettacolare a dir poco!

Dato che stavamo già boccheggiando alla fine dell’antipasto, abbiamo deciso di passare decisamente alla carne, per cui abbiamo preso una fiorentina a tagliata, salsicce alla brace e un’insalata mista. Ora, non me ne voglia il buon Tommy , ma era la ciccia più buona che abbia mai mangiato: con una bella crosticina succosa fuori e morbida come il burro dentro, davvero ottima! Anche le salsicce erano perfette, cotte a puntino e molto saporite; da ultima, l’insalata era croccante e ben assortita (con lattughino amaro, buonoooo!).

Io a questo punto stavo sforzandomi di non rotolare direttamente sul pavimento, per cui ho concluso con un caffé, mentre il Ciarla (era il suo compleanno :) ) si è concesso una superba torta di ricotta fatta in casa, con gocce di cioccolato e pastafrolla. In definitiva, da consigliare assolutamente… m’è venuta una fame a raccontarvi tutto :D !

Quanto abbiamo speso? Non ve lo posso mica dire, ho pagato io :D !

Trattoria Pizzeria Benito (c’è anche la pizza???)

56022 Castelfranco Di Sotto (PI) - Via Martiri Libertà, 2

0583 23155

ecco una mappa che può facilitarvi la vita… io mi sono persa… :D

Be Sociable, Share!

11 to “Trattoria Da Benito, Orentano”

Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] tempi, direi. Vorrei perciò contraddire pubblicamente Pellegrino dicendo che il roastbeef, dopo la bistecca, è il mio piatto di carne [...]

  1. niguli says...

    da benito, devi rimarcare, il vino rosso non c’è, c’è quello nero …

  2. fudgella says...

    :D è verooo… senti Nico poi mi devi aiutare che io con le mappe sono una schiappa, come si può notare… ;)

  3. arietta says...

    mi sento mancare!! chissà che bontà!! :) cattivona a raccontarmeloooo! spero di passarci, un giorno ;)

  4. fudgella says...

    era tutto buonissimo arietta! davvero, se ci passi devi fermarti per forza ;) !!!

  5. lilith says...

    Bene bene! Grazie per la dritta, Altopascio dista non molti km da Pisa, ci farò sicuramente una scappata!
    Complimenti per il blog, carinissimo!

  6. Giallo Zafferano says...

    Salve,

    Sono Deborah di Giallo Zafferano e ti contatto per proporti di partecipare al nostro concorso culinario!

    Se sei creativo ed estroso e vuoi metterti alla prova sfidando altri Blogger e Forumisti del nostro sito questo concorso fa al caso tuo.
    Reinventa la classica ricetta della “Insalata di pasta” personalizzandola seguendo i tuoi gusti, sperimentando o, perché no, azzardando nuovi accostamenti e cerca di impressionare la nostra giuria Vip!
    In palio per il vincitore c’è un meraviglioso premio!

    Partecipare al contest è semplicissimo, tutto quello che devi fare è inviare una mail di conferma a info@giallozafferano.it con il nome del tuo Blog, registrarti sul nostro Forum e postare la tua ricetta (una descrizione, la foto ed il link al tuo Blog) nella sezione dei Blogger entro e non oltre la mezzanotte di Domenica 13 Luglio.
    La ricetta completa, invece, dovrà essere postata sul tuo Blog, in modo che anche i tuoi “seguaci” possano vedere cosa hai combinato, con un link di rimando al Forum di Giallo Zafferano.
    Tutte le ricette postate oltre la data e l’ora di scadenza non saranno considerate ai fini del giudizio finale.

    Al termine del tempo di consegna, una giuria di Vip si riunirà e deciderà quale è stata la reinterpretazione più bella e fantasiosa dell’estivissima “Insalata di pasta”.

    Se deciderai di partecipare al concorso, noi di Giallo Zafferano ti invieremo un simpatico gagliardetto da apporre in Home Page che attesta la tua partecipazione alla gara.
    Ovviamente, tutti i nostri numerosissimi utenti saranno invitati a fare un giro nelle cucine virtuali dei vari Blog partecipanti ed a lasciare dei commenti alle ricette in lizza per la vittoria.

    Ti piace l’idea?
    Allora affrettati a confermare la tua partecipazione entro il 7 Luglio! Più siamo e meglio è!

    Per maggiori informazioni puoi consultare il Regolamento Completo presente sul nostro Forum.
    Restiamo a disposizione per ulteriori domande o chiarimenti.
    Saluti

  7. michele l. says...

    confermo da Benito si mangia benissimo.

    Unica nota se da Benito serve “ruspantezza” da Mariano a Chiatri armatevi di forca e badile.

    Complimenti per il sito!!

  8. fudgella says...

    Micheleeeeee! Allora sei vivooooooo :D !!!

  9. marco says...

    da benito si mangiano le migliori bisteccone,ho pulito pure l’osso,w benito,e il vino è propio nero nn rosso.

  10. Cuocere il Roastbeef, un rito di passaggio? | Fudgella says...

    [...] tempi, direi. Vorrei perciò contraddire pubblicamente Pellegrino dicendo che il roastbeef, dopo la bistecca, è il mio piatto di carne [...]

Leave a comment