Fudgella

31 agosto 2007 Dolce , , , , , ,

Ingenuamente… Crostata dell’Acquazzone

…quando nemmeno te l’aspetti, ingenuamente arriva qualcosa di buono. Dedicato alla Micky, e lei sa perchè. Dedicato un po’ anche a Davide, ma forse lui non ci arriva a capire perchè… :) siamo dei grandi!

Quando uno è in montagna d’agosto, e il tempo ce la mette tutta per fare più schifo dello schifo, cosa fa una Domestic Goddess che si rispetti? Ovviamente, la Crostata dell’Acquazzone (o Shower Pie)! Che poi la Crostata suddetta si riveli una prelibatezza, quella è prerogativa esclusiva delle divine più esperte… tipo me, ad esempio.

 

 

ATTENZIONE!!!

La Crostata dell’Acquazzone deve essere preparata esclusivamente in situazioni di più o meno relativo disagio: nel mio caso, in un campeggio delle Alpi bellunesi con a disposizione un fornetto DeLonghi (che mi ha salvata più di una volta, in effetti!) e ingredienti alquanto limitati! E’ lì che sta il bello…

Regola 1: impostare la pasta della crostata in base al burro che vi trovate sottomano. Io ne avevo circa 170g, per cui l’ho sbriciolato ben freddo in una ciotola contenente 350g di farina, 100g circa di zucchero e 1 piccolo ovetto solitario… ve l’ho detto che gli ingredienti devono scarseggiare, altrimenti dove sta il divertimento? C’è più gusto a realizzare un capolavoro quando il frigo e la dispensa piangono miseria! :D

Regola 2: il ripieno è alla scazzo più totale… scusate la brutalità! Io avevo due pesche percoche mosciotte, uno yogurt ai frutti di bosco (che, a dir la verità, potevo omettere) e mezzo pacco di biscotti con gocce di cioccolato. Siccome la pasta si sarebbe potuta inumidire troppo, fra pesche e yogurt, ho: a) sbriciolato un po’ di biscotti sul fondo; b)ricoperto con le pesche a fettine e c)cosparso le pesche con yogurt e 1 cucchiaio di zucchero. La torta è stata poi in forno già caldo (ma che t’o dico a fa’…) a 180° per circa 45 minuti.

Da cosa ho capito che era una Crostata Vincente? (leggere con voce impostata)Dalla vicina di roulotte, che non l’avevo ancora tolta dal forno e già aveva sentito l’odorino!

:D

Be Sociable, Share!

2 to “Ingenuamente… Crostata dell’Acquazzone”

Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] blog si è trasferito! Continua a leggere l’articolo, clicca qui! Like this:LikeBe the first to like this post. Questo articolo è stato pubblicato in Consigli [...]

  1. comunicati says...

    OMG!
    che donnina pronta a reagire anche nelle condizioni più disagiate!
    ma ingenuamente lo sapevamo già ;)
    grazie bimba :D

  2. Ingenuamente… Crostata dell’Acquazzone | Fudgella says...

    [...] blog si è trasferito! Continua a leggere l’articolo, clicca qui! Like this:LikeBe the first to like this post. Questo articolo è stato pubblicato in Consigli [...]

Leave a comment